Corso di comunicazione aziendale gratis

Scritto da: admin - Categoria: Economia

Cos’è e come funziona un corso di comunicazione aziendale

Provate a fare una ricerca in rete per ‘comunicazione aziendale’…vi uscirà di tutto: marketing, vendita, leadership, team building (locuzione detestabile), team working (meglio), pubblicità, comunicazione efficace, tecniche di persuasione, comunicazione interpersonale, branding, customer care, comunicazione d’impresa, comunicazione creativa (?) e chi-più-ne-ha-più-ne-metta…

Ma cos’è davvero un corso di comunicazione aziendale?
Credetemi, nessuno ve lo dirà mai compiutamente.
Forse perché è davvero tutte queste cose (e magari altre) messe insieme, forse perché ognuno, a buon diritto, ne ha una sua visione personale.

Probabilmente una prima distinzione da fare è quella tra la ‘comunicazione’ che l’azienda ‘produce’ verso l’esterno (cioè il mercato) e quella che invece regna al suo interno; per mia personale formazione sono molto sensibile a quest’ultima e fra breve sarà chiarò il perché.

Un’azienda è un ‘organismo di trasformazione’: trasforma infatti ciò che ha a disposizione in termini di risorse (tecniche, materiali, finanziarie, di conoscenza ecc.) in risultati (profitto, immagine, quote di mercato…).
Sembrerà banale ma il passaggio dalle prime ai secondi è possibile esclusivamente attraverso e grazie alle persone, agli individui che operano al suo interno; potremmo avere la migliore delle idee con fondi ingenti e pianificazioni perfette ma senza le persone tutto resterebbe lettera morta.
Inoltre, se da un lato selezionare ed inserire uomini e donne in un progetto è relativamente facile, dall’altro rendere efficaci le relazioni con e fra di essi è tutt’altra musica…
…e senza relazioni corrette, equilibrate, indirizzate ad obiettivi comuni e condivisi la trasformazione da risorse a risultati non avviene o, al minimo, avviene molto meno efficientemente di quanto potrebbe, con conseguenti rallentamenti, cali di produttività e di qualità oltre all’aumento dei costi.

Gli imprenditori (od i loro ‘deputati’) sono attenti misuratori degli aspetti numerici ma sono ciechi all’incidenza che le relazioni all’interno della loro azienda hanno su costi e produttività, ambiente e qualità,solidità e turnover, appartenenza e contributo, fiducia e lealtà.
Si addestrano ad usare i numeri (ed il controllo in genere) per misurare e capire come stanno andando le cose; il guaio è che i numeri possono misurare le risorse ed i risultati ma non le relazioni e le interazioni che sono il vero cuore pulsante dell’impresa; per quelle non esistono calcolatrici o grafici, bisogna formarsi !

Ecco quindi cosa deve fare, nella mia visione, un (per)corso di comunicazione aziendale: deve insegnare a misurare ed aumentare l’efficacia delle relazioni umane e professionaliall’interno della nostra azienda, creare un terreno comune di partecipazione all’obiettivo, stimolare il contributo, la critica, l’ascolto, il rispetto e lo scambio di informazioni ed esperienze, deve insegnarci a far interagire le persone come individui e non solo come ruoli, deve aiutarci ad abbattere le barriere di imbarazzo o pericolo che i nostri collaboratori avvertono quando si rapportano ai colleghi (qualunque posizione ‘gerarchica’ essi ricoprano), deve creare un modello di leadership diffusa e riconosciuta, deve creare per le persone una visione che le unisca.

La cultura di un’impresa non risiede solo nelle sue tecnologie e nei suoi brevetti perché un’impresa non è una banca dati ma un luogo dove esseri umani vivono migliaia di ore della loro vita e, della loro vita così come della ‘loro azienda’, possono farne qualcosa di speciale e vincente.

Oppure no.

Per tutti coloro che fossero interessati ad affrontare un corso di comunicazione gratis, vi consiglio Neorema Sistemi, giovane azienda dinamica Umbra con sede a Montefalco (Perugia)

Ti consigliamo di leggere anche: